FILTRI FOTOGRAFICI GREEN

Da anni utilizzo filtri fotografici di alta qualitá di brand come Lee, Nisi e Marumi sia a lastra e circolari ma ultimamente hanno attirato la mia attenzione quelli GOBE.
Questo brand australiano di cui fanno parte fotografi professionisti, produce filtri fotografici di alta qualità con un occhio di riguardo per l’ambiente infatti, per ogni filtro venduto, GOBE pianta cinque alberi in Madagascar.
Gobe è un’azienda che ha scelto di lavorare per proteggere gli habitat naturali del mondo e per questo motivo dona l’1% alla salvaguardia dell’ambiente.
Il Packaging dei filtri é curato, l’esterno della scatola é essenziale e di cartone riciclato e la cosa mi piace molto in quanto rispecchia la politica aziendale, mentre l’interno é molto sicuro e robusto infatti, l’esemplare che ho testato era racchiuso in una bella scatola circolare di alluminio con marchio Gobe impresso ed un rinforzo in plastica all’interno. All’interno della scatola in cartone, l’azienda fornisce anche un panno per la pulizia della lente.
Il filtro che ho provato é un UV da 58mm montato su ottica Canon EF 50mm f.1,4 che spesso uso per ritratti ma anche per cityscape ed ha un vetro tedesco ottico SCHOTT di alta qualità con rivestimento multistrato MRC a 16 strati, mentre i vetri degli altri filtri della gamma, son prodotti da Japan Optics, rigorosamente tutti anti impronte digitali e polvere. L’anello della lente é ultra slim per evitare la vignettatura ed é costruito in magnalium, una polvere finissima di lega di magnesio e alluminio che lo rendono resistente e leggero allo stesso tempo, e al tatto mi piace molto. La cosa bella inoltre é che GOBE garantisce la sostituzione a vita.
Questo filtro protegge l’obiettivo da graffi e come già scritto, anche da impronte digitali e polvere, bloccando al contempo la luce UV che renderà le tue foto ancora migliori.
Ha un eccezionale trasmissione della luce visibile fino al 99,6% e eccellente riduzione UV, lasciando passare solo il 0,02% di luce ultravioletta.
Il nano rivestimento a 16 strati e garantisce una perfetta neutralità del colore e durata. Questo filtro inoltre può resistere ad acqua salata, polvere, vento estremo e altri elementi abrasivi.
Anche se spesso sono restio a montare filtri UV in quanto le macchine fotografiche moderne, hanno già filtri sul sensore per impedire l’intromissione di frequenze luminose che possono alterare le nostre immagini, così anche i vetri degli obbiettivi più costosi hanno trattamenti e rivestimenti per bloccare o limitare l’ultravioletto, trovo che montare questo filtro di qualità sopra a lenti di qualità, non possa far altro che offrire una protezione a lenti costose con una bassa spesa per l’acquisto, aumentare la nitidezza e contribuire alla salvaguardia dell’ambiente.
Mi auguro che questa azienda possa entrare fortemente sul mercato internazionale con prodotti che da quello che posso vedere e testare non hanno nulla da invidiare a filtri di marche note.

Di seguito qualche mio scatto comparativo.