Domenica 29/04/2012, il tempo non prometteva niente di buono, infatti già dalle prime ore del mattino una timida foschia lasciava posto ad un cielo plumbeo, che di lì a poco avrebbe rovesciato il suo pesante carico di acqua sul nuovo tracciato gestito dal Motoclup UISP di Carpi, pronto ad accogliere la seconda tappa del campionato UISP Emilia Romagna. Le qualifiche si sono svolte senza troppi problemi, ma il protrarsi delle operazioni per i numerosi iscritti, ha fatto si che le avverse condizioni metereologiche degenerassero dando sfogo ad una pioggia incessante. Il proseguio delle prove è stato dunque estenuante ed ha rallentato lo svolgimento della manifestazione, tant’è vero che gli atleti della MX1 e della MX2 sono stati chiamati a ripercorrere il tracciato per disputare le prime manche, in programma invece per il pomeriggio, e non è stato affatto facile convincerli. Uno spiraglio di sole si è affacciato solo durante lo svolgimento delle seconde finali, permettendo ai rider di fare appello alle ultime energie per garantire un po di spettacolo ai pochi indomiti tifosi rimasti. Un plauso ai giovanissimi del minicross, dove hanno conquistato l’assoluta Alessandro Manucci per la esperti e per le classi promo Andrea Fossi (85) e Andrea Adamo (65), che hanno tirato al massimo i piccoli motori per poter far fronte alla concentrazione di malta formatasi sul percorso. Non è stato semplice nemmeno per gli esperti della MX1, tra cadute, scontri e scivoloni, che hanno dato a loro volta un bel da fare agli assistenti di gara e agli operatori del 118.Il più temerario  fra questi è risultato Matteo Agosti, con un primo e un secondo parziale ai danni del vincitore di gara 2 Francesco Malpassi, terzo in apertura, mentre Giovanni Manfredi si occupava dell’ ultimo scalino sul podio. Nella cilindrata minore degli esperti abbiamo visto all’opera il talento Manuel Cavina, con pieghe sempre al limite dell’inclinazione staccando di molto il suo inseguitore Filippo Rossi, che si è dovuto accontentare di due piazze d’onore e, quindi, di quella assoluta proprio dietro il pilota della KTM; a seguire in graduatoria, e più staccati, tre piloti a parimerito tra i quali, per la discriminante di gara2, è riuscito ad accaparrarsi il bronzo Claudio Sacchini. Grande battaglia nella MX1 tra gli agonisti Marcello Ghidini ( Motoclub Pegaso ), realizzatore di una doppietta, e Nicolò Casa che ha cercato di stargli alle costole ma senza riuscire a sorpassarlo e tagliando il traguardo alle spalle dell’ avversario in tutte e due le heat; terzo ha chiuso Federico Pinotti. Luca Righi è stato invece il mattatore incontrastato della MX2 Agonisti: un bel 60 tondo che ha lasciato lo scontro per le posizioni di rincalzo a Maicol Parini e Matteo Ciocci, che hanno ultimato la gara ad identico score. Le classi amatori hanno visto al vertice Mario Meschi, per la MX1, e Daniel Ferrari con doppio centro in MX2, il primo scortato per la premiazione da Tomas Campidelli e Rossano Davoli, l’altro da Francesco Mora e Luca Corzani.

Cristiano Trombelli

Pubblicato  su Motocross n°6 – Giugno 2012